Dal libro di R. Laurentin - R. Lejeune del 1988, gli importanti messaggi del 1981

 

Qui altri messaggi non datati

MERCOLEDÌ 24 GIUGNO 1981
Apparizione silenziosa e lontana di una figura bianca sulla collina di Crnica: una prima volta verso le ore 17; la seconda verso le 18.

GIOVEDÌ 25 GIUGNO
Prima apparizione per il gruppo dei sei veggenti, che vedono la Gospa da vicino, sulla collina:
– Sia lodato Gesù (DV 1).
Ivanka: – Dov'è la mamma? (sua mamma è morta due mesi prima).
– È felice, sta con me. (Variante di questa parola: È il tuo angelo in cielo, Lj 15).
I veggenti: – Tornerai domani?
L'apparizione fa cenno di sì con il capo.
Mirjana: – Non ci crederanno. Diranno che siamo pazzi. Dacci un segno.
L'apparizione risponde solo con un sorriso. Mirjana crede di aver ricevuto un segno. Il suo orologio ha cambiato l'ora durante l'apparizione (Bu24; D4; K 21).
Arrivederci, angeli miei (Bu 24).
Andate nella pace di Dio (DV 1).

 Qui il libro in francese e olandese

VENERDÌ 26 GIUGNO
Alla presenza di due o tremila persone, attirate dai segni luminosi provenienti dalla collina delle apparizioni, Vicka asperge l'apparizione con acqua benedetta dicendo:
– Se sei la Gospa, rimani con noi, altrimenti vattene.
L'apparizione continua a sorridere.
Ivanka: – Perché sei venuta qui? Cosa desideri?
– Sono venuta perché qui ci sono molti veri credenti. Desidero stare con voi per convertirvi e riconciliare il mondo intero.
(K 26; secondo altri: 'per convertirvi tutti'). Ivanka: – Mamma ha forse detto qualcosa?
Obbedisci a tua nonna e aiutala perché è anziana! (K 26, Lj 16, Bu 28). Mirjana: – Cosa ne è di mio nonno? (deceduto da poco).
– Sta bene (K 26).
I veggenti, su richiesta della folla: – Dacci un segno a prova della tua presenza.
– Beati quelli che non hanno visto e credono! (L2, 27).
Mirjana: – Chi sei?
– Io sono la Beata Vergine Maria (LI, 36).
Perché appari proprio a noi? Non siamo migliori degli altri.
– Non scelgo necessariamente i migliori.
Ritornerai?
– Sì, nello stesso posto di ieri (L2, 27).
Scendendo verso il villaggio, dopo l'apparizione, Marija rivede la Vergine in lacrime, accanto a una croce dai colori dell'arcobaleno:
– Pace, pace, pace, riconciliatevi (D7: solo la pace).
– Fate la pace con Dio e tra voi. Per questo bisogna credere, pregare, digiunare e confessarsi (FR2, 126; D 5).

Perché non appari a tutti... in chiesa?
– Beati quelli che credono senza aver visto.
Tornerai?
– Sì, nello stesso posto.
Preferisci la preghiera o i canti?
– Entrambi: Pregate e cantate!
Vicka: – Che vuoi da questa folla raccolta qui?
La domanda ha per risposta solo uno sguardo d'amore, accompagnato da un sorriso, dicono i veggenti.
A questo punto la Vergine scompare. I veggenti pregano affinché torni, perché non ha detto: «Addio, angeli miei».
Durante il canto: 'Tutta bella sei', essa riappare.
Vicka: – Cara Gospa, che ti aspetti da questo popolo?
Ripete tre volte la domanda e alla fine trasmette questa risposta:
– Coloro che non vedono, credano come quelli che vedono.
Vicka: – Ci lascerai un segno affinché la gente creda che non siamo né bugiardi né teatranti?
Per risposta solo un sorriso.
– Andate nella pace di Dio, dice scomparendo.
Le risposte del 28 giugno sono tratte dalla registrazione di Grgo Kozina (L2, 38– 43).

SABATO 27 GIUGNO
– Sia lodato Gesù (DV 1).
Jakov: – Cosa ti aspetti dai francescani?
– Che siano perseveranti nella fede e proteggano la fede degli altri (DV 1).
Jakov e Mirjana: – Lasciaci un segno, perché la gente ci crede bugiardi.
– Angeli miei, non abbiate paura dell'ingiustizia. È sempre esistita (L2, 37).
I veggenti: – Come bisogna pregare?
– Continuate a recitare 7Pater, Ave e Gloria. Ma aggiungete il Credo. Arrivederci, angeli miei, andate nella pace di Dio.
A Ivan solo, in disparte: – Sii in pace e fatti coraggio. («Che bel sorriso quando mi ha lasciato!» racconta Ivan, L2, 37).

DOMENICA 28 GIUGNO
I veggenti: – Cosa vuoi?
– Che il popolo creda e perseveri nella fede.
Vicka: – Cosa ti aspetti dai sacerdoti?
– Che siano fermi nella fede e vi aiutino.

LUNEDI 29 GIUGNO
I veggenti: – Cara Gospa, sei contenta di vedere tanta gente oggi?
Più che contenta. ('Essa sorride', trasmette Vicka).
Fino a quando vuoi restare con noi?
– Finché lo vorrete, angeli miei.
Che ti aspetti da queste persone, venute nonostante i rovi e il caldo?
– Non c'è che un Dio, una fede. Che il popolo creda fermamente e non abbia paura di nulla.
Che ti aspetti da noi?
– Che abbiate una fede salda e conserviate la fiducia.
Saremo capaci di sopportare le persecuzioni che ci vengono a causa tua?
– Lo saprete fare, angeli miei, non abbiate paura. Voi sopporterete tutto. Dovete credere e avere fiducia in me.
A questo punto Vicka trasmette una domanda della dottoressa Darinka Glamuzina: «Posso toccare la Madonna?». Poi riferisce la risposta:
– Ci sono sempre dei Tommasi increduli, ma può avvicinarsi.
Vicka le mostra dove sporgere la mano. Darinka cerca di toccare. La Gospa scompare, poi riappare immersa nella sua luce (L2, 46– 47).
I genitori di un bambino di tre anni, Daniel Setka, colpito da setticemia fin dalla quarta settimana dalla nascita, chiedono ai veggenti di intercedere per il bambino handicappato.
– Cara Gospa, il piccolo Daniel potrà un giorno parlare? Guariscilo affinché ci credano tutti! Questa gente ti ama molto, cara Gospa. Fai un miracolo... Ella lo guarda... Cara Gospa, di' qualcosa.
Essi ripetono la domanda e trasmettono la risposta:
– Che credano fermamente nella sua guarigione. Andate nella pace di Dio (L2, 48).

FASE CLANDESTINA
30 giugno 1981 – febbraio 1982

Durante questo periodo, la Gospa appare dove i veggenti, sorvegliati, l'aspettano con discrezione, lontano dagli sguardi delle pattuglie di polizia.

MARTEDÌ 30 GIUGNO
Apparizione a Cerno (L2, 55). Mirjana: – Ti dispiace che non eravamo sulla collina?
– Non fa niente.
– Ti dispiacerebbe se non tornassimo più sulla collina, ma ti aspettassimo in chiesa?
– Sempre alla stessa ora.
– Andate nella pace di Dio! (L2, 55).
Quel giorno, Mirjana crede di capire che la Gospa ritornerà solo per tre giorni, fino a venerdì. Ma è una sua interpretazione.

MERCOLEDÌ 1 LUGLIO
Apparizione nel furgone (L2, 62); non viene riferita alcuna sua parola.

GIOVEDÌ 2 LUGLIO
Jakov: – Cara Gospa, lasciaci un segno.
La Vergine sembra acconsentire con un cenno del capo:
– Arrivederci, angeli miei (L2, 66).
Le apparizioni dal 3 al 20 luglio 1981 hanno lasciato poche tracce, quasi esclusivamente nel Diario di Vicka (21– 29 luglio; 22 agosto - 6 settembre; 10 ottobre - 24 dicembre); e nella «Cronaca parrocchiale» che inizia il 10 agosto 1981).

VENERDÌ 3 LUGLIO
Apparizione nella casa parrocchiale; non è stato conservato alcun messaggio.

SABATO 4 LUGLIO
I veggenti credono che le apparizioni siano finite, ma la Gospa appare a ognuno di loro, separatamente, in luoghi diversi. Non è stato conservato alcun messaggio.

MARTEDÌ 21 LUGLIO (27° apparizione secondo DVI, 2).
Come tutti gli altri giorni, abbiamo parlato con la Gospa. Alle ore 6,30, arrivando, ci ha salutato:
– Sia lodato Gesù!
Poi le abbiamo chiesto se ci avrebbe lasciato il segno. Ha detto di sì, poi le abbiamo chiesto per quanto tempo ancora sarebbe venuta da noi. La beata Vergine ha risposto:
– Con calma, angeli miei; anche quando lascerò il segno, molti non crederanno. Molti si limiteranno a venire a inchinarsi. Ma il popolo deve convertirsi e fare penitenza!
Poi le abbiamo fatto domande su alcuni malati. Per alcuni la Gospa ha detto che guariranno solo se la loro fede sarà solida, e altri no. Poi si è preparata a partire; partendo ci ha detto:
– Andate nella pace del Signore! (DVI, 2).

MERCOLEDÌ 22 LUGLIO (28' apparizione, 18,30, secondo DVI, 2).
Arrivando ha detto:
– Sia lodato Gesù Cristo.
Tutti le abbiamo fatto domande su alcuni malati che si erano raccomandati a noi, poi abbiamo pregato con la santa Vergine. Essa ha detto solo il Padre nostro e il Gloria al Padre e mentre noi recitavamo l'Ave Maria, lei taceva. La Gospa ci ha detto che
– non poche persone si sono convertite e, tra esse, alcuni che non si erano confessati da 45 anni e che ora si confessano.
Poi ha detto:
– Andate nella pace del Signore!
Poi ha cominciato ad andarsene e, al momento della sua partenza, una croce è apparsa nel cielo.

GIOVEDÌ 23 LUGLIO (29" apparizione, secondo DVI.
Vicka cita il saluto della Gospa: – Sia lodato Gesù Cristo!

VENERDÌ 24 LUGLIO (30" apparizione, 18,30, secondo DVI, 2).
Anche oggi ci siamo recati sul luogo delle apparizioni verso le 6,20 e, pregando e cantando, abbiamo atteso la santa Vergine. Alle 6,30 esatte abbiamo visto la luce che si avvicinava lentamente. Poi abbiamo visto la santa Vergine e abbiamo sentito il solito saluto. Alle nostre domande riguardanti per lo più i malati, la Gospa ha risposto subito:
– Senza la fede, niente è possibile! Tutti quelli che crederanno fermamente guariranno.

SABATO 25 LUGLIO (31" apparizione secondo DVI, 2).
Dopo le abituali domande sui malati, la Gospa ha risposto: – Dio (ci) aiuta tutti!

LUNEDÌ 27 LUGLIO (33° apparizione, alle 18,30, secondo DVI, 3).
Siamo venuti solo in quattro, perché hanno fatto pressione su Ivica (= Ivanka) e su Mirjana per farle andare a Sarajevo. Alle 6,30 esatte la Gospa è apparsa.
Vida (=Vicka) ha parlato di alcuni malati, poi ha preso alcuni oggetti consegnati da certe persone e si è avvicinata alla Gospa per farli benedire. La Gospa ha fatto il segno della croce, dicendo:
– Nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito santo.
Poi le abbiamo chiesto del segno e la Gospa ha risposto:
– Aspettatelo tra poco. Quando lascerò il segno, vi apparirò ancora.
Vida ha chiesto se avremmo potuto incontrarla di nuovo quella sera sulla collina. La Gospa ha acconsentito, dicendo:
– Verrò alle 11,15 (= 23,15). Andate nella pace di Dio.
Dicendo questo ha cominciato a sparire e abbiamo visto in cielo il cuore e la croce. Maria ha detto:
– Angeli miei, vi mando mio Figlio Gesù che è stato torturato per la sua fede. Tuttavia ha sopportato tutto. Anche voi, angeli miei, sopporterete tutto!
Gesù aveva i capelli lunghi, gli occhi marroni e la barba. Non abbiamo visto la testa. (Abbiamo posposto questa frase che veniva prima delle parole di Maria). Essa ha detto di pregare e di cantare bene:
– È bello sentirvi, continuate così.
Per finire ha detto:
– Non abbiate paura per Jozo (il parroco minacciato dalla polizia).

MERCOLEDÌ 29 LUGLIO (35' apparizione, 6,30, secondo DVI, 3).
Oggi abbiamo atteso la santa Vergine in camera di Vicka. Alle 6,30 esatte la Gospa è venuta e ha salutato, dicendo:
– Sia lodato Gesù!
Jakov ha iniziato a fare domande per primo [...] circa una malata. La santa Vergine ha detto:
– Essa guarirà. Deve credere fermamente.
Vicka ha chiesto perché, ieri, non era venuta. La santa Vergine ha detto qualcosa, ha sorriso, ma noi non l'abbiamo sentita. Poi Marija e Jakov hanno chiesto di alcuni malati. Abbiamo poi preso degli oggetti e tutti e quattro ci siamo avvicinati alla Gospa, perché li benedicesse. Mentre lo faceva, le nostre mani erano gelate.
Jakov ha chiesto se potevamo abbracciarla. La santa Vergine ha detto di avvicinarsi e di abbracciarla. Poi le abbiamo chiesto di lasciarci il segno. Essa ha detto:
– Sì.
Poi ha aggiunto:
– Andate nella pace di Dio!
E ha cominciato a sparire. Sullo sfondo, erano visibili la croce e il cuore.
(La croce, il cuore e il sole sono ricordati da Vicka nel diario, alle apparizioni successive del 22, 27, 30 e 31 agosto, del 1 settembre, del 22 novembre 1981 e del 6 febbraio e 12 marzo 1982).
In chiesa, abbiamo visto la santa Vergine, una seconda volta, verso le 8, sulla tribuna. Mentre pregavamo, la santa Vergine pregava con noi (DV1, 3).

GIOVEDÌ 30 LUGLIO Non si va sulla collina (DV1, 4, che non ha più date fino al 22 agosto).

LUGLIO
– Fate bene il vostro dovere e ciò che la Chiesa vi chiede di compiere (Bl, 307).

 

DOMENICA 2 AGOSTO
Marija vede la Vergine in camera sua:
– Andate tutti insieme nel campo di Gumno. È in corso un grande combattimento. Un combattimento tra mio Figlio e satana. La posta in gioco sono le anime (D).
I veggenti, seguiti da una quarantina di persone, si recano nella piana di Gumno a 200 metri dalla casa di Vicka.
– Qui tutti possono toccarmi (D).
Dopo che molti l'hanno toccata, una macchia nera appare sul vestito della Vergine; Marija si mette a piangere. Marinko invita i presenti a confessarsi.

AI PRIMI DI AGOSTO
Che vuoi che facciamo in seguito?
– Mi piacerebbe che diveniste preti e suore. Ma solo se lo volete anche voi. Sta a voi decidere (L2, 91).

GIOVEDÌ 6 AGOSTO, festa della Trasfigurazione
– Io sono la Regina della Pace (LI, 96).

VENERDÌ 7 AGOSTO
Sul monte Krizevac, alle due del mattino:
– Si faccia penitenza per i peccatori! (L2, 83).

SABATO 8 AGOSTO
– Fate penitenza! Consolidate la vostra fede con la preghiera e i sacramenti (D).

LUNEDÌ 17 AGOSTO
– Non abbiate paura. Desidero che siate colmi di gioia e che la gioia si legga sul vostro viso. Io proteggerò fra Jozo. (Quest'ultimo, parroco della parrocchia di Medjugorje, è stato arrestato, Bl, 338).

SABATO 22 AGOSTO
– Fra Jozo non ha niente da temere. Tutto questo finirà (DV1, 3).

DOMENICA 23 AGOSTO
Sia lodato Gesù! Finora sono stata con Ivica(1) . Pregate, angeli miei, per questo popolo.
Figli miei, io vi dò la forza. Ve la darò sempre. Quando avrete bisogno di me, chiamatemi (DV1, 4).
(1) Questo diminutivo indica sia Ivan che Ivanka. In questo caso il contesto non aiuta a chiarire di chi si tratti.

LUNEDÌ 24 AGOSTO
Nel suo diario, in data 25 agosto, Vicka scrive: «Ieri, lunedì 24, alle 10,45, Mirjana e io eravamo da Ivica. Sentimmo un baccano e uscimmo di corsa [...]. Fuori tutti guardavano la croce di Krizevac. Al posto della croce, Mirjana, Jakov, Ivan e io vedemmo la santa Vergine e la gente vide qualcosa come la sua statua, che in seguito cominciò a svanire mentre appariva di nuovo la croce.
Su tutto il cielo abbiamo visto scritto a lettere d'oro: MIR (= Pace)».
DV1, 4 riporta in seguito l'apparizione del 25 agosto.
Poco dopo che la Vergine ebbe pregato per la pace, al di sopra della collina di Krizevac apparve una grande scritta: MIR (in croato = pace). L'iscrizione fu vista dal parroco e da numerose persone del villaggio. Esiste una testimonianza scritta di coloro che videro la scritta. I veggenti affermano che la santa Vergine Maria ha promesso che ci saranno ancora molti altri segni premonitori, a Medjugorje e in altre parti del globo, prima del grande segno (K 58, che riporta approssimativamente l'episodio come accaduto una sera del luglio 1981).

MARTEDÌ 25 AGOSTO
Alcuni dei presenti hanno detto [...] di chiedere alla santa Vergine il permesso di toccarla. La Gospa ha detto:
– Non è necessario toccarmi. Molti non sentono niente quando mi toccano (DV1, 4).
Ha detto anche che, tra i presenti, c'era qualche spia (nessuna precisazione al riguardo).
– Per quanto riguarda il segno, non dovete essere impazienti, perché il giorno verrà (DV1, 4).

MERCOLEDÌ 26 AGOSTO
Oggi, per la prima volta, abbiamo aspettato la santa Vergine in casa di Zdenka Ivankovic. Eravamo cinque, perché Ivanka non era ancora tornata. La santa Vergine è apparsa dicendo:
– Sia lodato Gesù!
Essa ha detto che domani non è necessario che la gente venga e quindi saremo soli, poi ha detto:
– Non date consigli a nessuno. So che cosa provate e anche questo passerà! (DV1, 4).

GIOVEDÌ 27 AGOSTO
Marija ed io siamo andate oggi da Jakov, verso le sei. Abbiamo aiutato la madre di Jakov a preparare la cena. Alle 6,20 la santa Vergine Maria è venuta verso di noi. Mi trovavo fuori quando è arrivata la santa Vergine Maria. Essa ha detto loro che essi non avrebbero dovuto far soffrire così... Le abbiamo chiesto del segno ed essa ha detto:
– Presto, ve l'ho promesso.
Abbiamo raccomandato alcuni malati alla santa Vergine. È rimasta con noi 15 minuti. Poi siamo andati in casa di Marinko Ivankovic per aspettarvi la santa Vergine. È venuta alle 6,30. Ha detto a Ivan (Dragicevic):
– Sii deciso e coraggioso!
Quando è partita, sono apparsi la croce, il cuore e il sole (DV1, 5).

VENERDÌ 28 AGOSTO
All'ora delle apparizioni, i veggenti attendono in camera di fra Jozo, che è in carcere. La Vergine non appare. È la seconda volta che questo succede. Si recano in chiesa e pregano. Essa appare loro:
– Ero da fra Jozo. Per questo non sono venuta. Non vi preoccupate nel caso che io non venga. Allora basta che preghiate (DV1, 5).
Ivan è entrato oggi in seminario a Visoko:
– Sei molto stanco. Riposati per recuperare le forze. Vai nella pace di Dio. Zbogom ( = addio) (Diario di Ivan).

SABATO 29 AGOSTO
Jakov: – Appari a Ivan in seminario?
– Sì, come a voi.
Come sta Ivan in prigione?(2)
– Sta bene. Sopporta tutto. Tutto questo passerà. Fra Jozo vi saluta (DV1).
Che notizie dal nostro villaggio?
– Angeli miei, fanno bene la loro penitenza.
Ci aiuterai negli studi?
– L'aiuto di Dio si manifesta ovunque. Vai nella pace di Dio, con la benedizione di Gesù e la mia. Zbogom (Diario di Ivan).
Ivanka: – Ci lascerai presto il segno?
– Ancora un po' di pazienza (DV1).

(2) Ivan Ivankovic, figlio di Pero e cugino di Vicka, uno dei quattro uomini di Bijakovici che portano questo nome. Era stato arrestato il 12 agosto dalla polizia, sulla collina delle apparizioni.

DOMENICA 30 AGOSTO
Alle 6,20 abbiamo cominciato a pregare in casa di Marinko Ivankovic. La Vergine è arrivata e ha detto:
– Sia lodato Gesù!
Vicka ha chiesto alla Vergine:
– La gente racconta che quando chiudono fra Jozo nella sua cella, le porte si riaprono da sole. È vero?
– È vero, ma nessuno ci crede.
Ivanka: – Come va Mirjana? Cosa prova?
– Mirjana è triste perché è sola. Ve la faccio vedere. D'un tratto abbiamo visto il volto di Mirjana. Piangeva.
Cara Gospa, alcuni giovani tradiscono la nostra fede.
– Sì, sono molti.
E cita alcuni nomi.
Vicka chiede alla Vergine di una donna che vuole lasciare il marito perché la fa soffrire.
– Resti con lui e accetti la sofferenza. Anche Gesù ha sofferto.
A proposito di una bambino malato:
– Ha una malattia gravissima. I suoi genitori devono credere fermamente e fare penitenza e allora il bambino guarirà.
Jakov chiede del segno:
– Ancora un po' di pazienza! (DV1, 6). Ivan, rimasto molti giorni senza apparizione:
Cosa diventerò in questo seminario?
– Non temere. Io sono vicina a voi in ogni luogo e in ogni tempo (L2, 92).
Diario di Ivan:
La gente di questo villaggio è devota?
– Il vostro villaggio è diventata la parrocchia più fervente dell'Erzegovina. Molti si distinguono per la loro pietà e la loro fede (C 77).

FINE AGOSTO
Qual è il digiuno migliore?
– Un digiuno a pane e acqua.
– Io sono la Regina della Pace (LI, 96 e 191; MM6).

MARTEDÌ I SETTEMBRE
Ci sarà una messa sul monte Krizevac?
– Sì, angeli miei.
Jakov: – I poliziotti metteranno trappole attorno alla chiesa?
– Niente di tutto questo. Il popolo preghi e rimanga il più a lungo possibile in chiesa. Andate nella pace di Dio.
Appaiono la croce, il cuore e il sole (DV1, 6).
Diario di Ivan: Ho pregato con lei perché Gesù mi aiuti nella mia vocazione. Poi abbiamo recitato il rosario [...] La Gospa sorrideva amabilmente.
– Non abbiate paura. Vi sono vicina e veglio su di voi (C 77).

MERCOLEDÌ 2 SETTEMBRE
A proposito di un giovane che si è impiccato: Vicka: – Perché l'ha fatto?
– Satana si è impadronito di lui. Quel giovane non avrebbe dovuto farlo. Il diavolo cerca di regnare sulle persone. Prende tutto in mano, ma la forza di Dio è più potente e Dio vincerà (DV1, 6).
Diario di Ivan:
Come andranno le cose per Anton, Dario, Miljenko, altri compagni di seminario e per me stesso?
– Siete e sarete sempre i miei figli. Avete seguito la via di Gesù. Nessuno può impedirvi di diffondere la fede in Gesù. Bisogna credere fermamente (C 78).

GIO VEDÌ 3 SETTEMBRE
Jakov: – Quando verrà il segno annunciato?
– Ancora un po' di pazienza! (DV1, 6).

VENERDÌ 4 SETTEMBRE
Ivanka e Marija: – Saremo a casa solo il sabato e la domenica. Gli altri giorni saremo lontane, a scuola. Cosa dobbiamo fare?
– Solo pregare. Venite qui il sabato e la domenica e apparirò a tutti voi (DV1.6).
A Ivan, in seminario: – Il segno verrà dato al termine delle apparizioni.
Ivan: – Quando sarà?
– Siete impazienti, angeli miei. Vai nella pace di Dio (L2, 92).

SABATO 5 SETTEMBRE
Diario di Ivan: Stavo pregando in cappella, e la Gospa è arrivata mentre recitavo il Pater.
– Siano lodati Gesù e Maria!
La Vergine usa un saluto delle persone devote della Croazia, probabilmente con il desiderio di farlo rivivere.
– Va' nella pace di Dio, angelo mio. La benedizione di Dio ti accompagni. Amen. Zbogom (C 79).

DOMENICA 6 SETTEMBRE
Diario di Ivan: Stavo pregando in cappella, quando all'improvviso è comparsa una grande luce:
Prega soprattutto la domenica perché venga il grande segno, dono di Dio. Pregate con fervore e costanza perché Dio abbia pietà dei suoi figli adulti. Vai nella pace, angelo mio. Che la benedizione di Dio ti accompagni. Amen. Zbogom (C 79).

LUNEDÌ 7 SETTEMBRE
Diario di Ivan:
– Convertitevi, voi tutti che siete ancora lì. Il segno verrà quando vi convertirete (C 79).

MARTEDÌ 8 SETTEMBRE, festa della natività della Vergine
Diario di Ivan:
– Vi chiedo solo di pregare con fervore. La preghiera deve far parte della vita quotidiana, per permettere alla vera fede di radicarsi (C 79).
Jakov augura alla santa Vergine un buon anniversario. Essa risponde:
– Per me è un giorno di gioia. Quanto a voi, perseverate nella fede e nella preghiera (CP 7).
– Non abbiate paura! Rimanete nella gioia, questo è il mio augurio. La gioia si legga sul vostro volto. Continuerò a proteggere fra Jozo (CP 8).

GIOVEDÌ 10 SETTEMBRE
Diario di Ivan: Abbiamo pregato molto. Preghiere piene di gioia e di amore. Preghiere del cuore. Poi essa ha detto:
– Vai nella pace di Dio, angelo mio. Amen. Zbogom (C 80).

DOMENICA 13 SETTEMBRE
Diario di Ivan: I seminaristi dopo essersi confessati recitano il rosario. La Vergine viene dopo l'immagine di Gesù e dice:
– Ecco tuo Padre, angelo mio.
– Andate nella pace di Dio, angeli miei (C 80).
Cristo è nostro fratello, ma in un senso, nostro padre: formula usata da famosi mistici. In un'apparizione a Gemma Galgani (1878-1903), Gesù le dice: «Io sono tuo padre. Tua madre è lei» e le indica la beata Vergine (J.F. Villepelée, Vie de G. Galgani. 1. L'ascension d'une àme, p. 74).

LUNEDÌ 14 SETTEMBRE
A Vicka: – Rimani qui perché Jakov non sia solo. Perseverate (entrambi) con pazienza. Sarete ricompensati.
L'avverte anche che ha rimproverato Mirjana e Ivanka per un loro comportamento non meglio precisato (CP 10).

MARTEDÌ 15 SETTEMBRE
– Se questo popolo non si convertirà quanto prima, sarà male per lui (CP 10).

MERCOLEDÌ 16 SETTEMBRE
– La polizia non rimarrà a lungo nel villaggio. Lascerò il segno. Non pregate per voi stessi. Sarete ricompensati. Pregate per gli altri.

GIOVEDÌ 17 SETTEMBRE
A proposito di un malato: – Presto morirà. Poi la beata Vergine incoraggia i giovani:
– Perseverate e sarete ricompensati (CP 11).

DOMENICA 20 SETTEMBRE
A Vicka e Jakov: – Non trascurate la preghiera. Chiedo a tutti e due di digiunare per una settimana a pane e acqua (Bl, 190).

MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE
– Non fate domande inutili, dettate dalla curiosità. La cosa più importante è pregare, angeli miei (CP 12).

GIOVEDÌ 1 OTTOBRE
Domande scritte poste ai veggenti: – Tutte le religioni sono buone?
– Tutte le religioni sono uguali davanti a Dio. Dio regna su di esse come il sovrano nel suo regno. Nel mondo, non tutte le religioni sono uguali, perché la gente non si sottomette ai comandamenti di Dio. Li rifiutano e li denigrano(3).
Tutte le chiese sono uguali?
(3)Per questa risposta ambigua, cf appendice 2 alle pp. 300– 306.
– In alcune, si prega di più Dio, in altre meno. Questo dipende dai sacerdoti che animano le preghiere, dipende anche dal potere che hanno.
Perché ci sono tante apparizioni e si ripetono tante volte? Perché la beata Vergine appare ad alcuni giovani che non seguono la via di Dio?
– Appaio spesso a voi e in ogni luogo. Ad altri appaio di tanto in tanto e brevemente; essi non seguono interamente la via di Dio. Non si rendono conto del dono che viene fatto loro. Questo, nessuno lo merita. Anch'essi, col tempo, verranno sulla buona via (CP 14).

MARTEDÌ 6 OTTOBRE
– La messa della sera deve essere mantenuta definitivamente. La messa dei malati deve essere celebrata in un giorno determinato, quando sembra più opportuno. Fra Tomislav deve cominciare con il gruppo di preghiera, è molto necessario. Fra Tomislav preghi con fervore! (CP 16).

MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE
I veggenti: – Oltre a Gesù, ci sono altri intermediari tra Dio e gli uomini e qua! è il loro ruolo?
– C'è un solo mediatore tra Dio e gli uomini ed è Gesù Cristo.
Alla domanda di fra Tomislav:
Dobbiamo fondare qui una comunità come quella di s. Francesco d'Assisi?
– Dio ha scelto s. Francesco come suo eletto. Sarebbe bene imitarne la vita, tuttavia noi dobbiamo realizzare ciò che Dio ci ordina di fare (CP 16).

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE
Marija riferisce umilmente che la Madonna l'ha rimproverata perché è rimasta con le sue compagne della scuola di catechismo durante la messa, perché le chiedevano delle apparizioni:
– Avresti fatto meglio ad assistere alla messa piuttosto che soddisfare la curiosità umana! (CP 17).

SABATO IO OTTOBRE
– Vostro dovere è pregare e perseverare. Vi ho fatto alcune promesse, non siate quindi inquieti (DV2).
– La fede non può essere viva senza la preghiera (Bl, 137).
– Pregate di più! (CP 17).

DOMENICA 10 OTTOBRE
Come sempre, la Madonna risponde ad alcune domande circa persone malate o scomparse:
– Tomo Lovric (un anziano) è morto (CP 17).

LUNEDÌ 12 OTTOBRE
– Dove si trovano il regno di Dio e il paradiso?
– Nei cieli.
– Tu sei la Madre di Dio?
– Io sono la Madre di Dio e la Regina della Pace.
– Sei salita in cielo prima o dopo la morte?
– Sono salita in cielo prima della morte.
– Quando lascerai il segno?
– Non lascerò ancora alcun segno. Continuerò ad apparire.
– Fra Jozo vi saluta; incontra delle difficoltà, ma resisterà, perché sa per cosa soffre (CP 18; DV2, 10).

SABATO 17 OTTOBRE
Interrogata sul segno visibile:
– Sta a me realizzare la promessa. Quanto ai fedeli, devono pregare e credere fermamente! (CP 19).

LUNEDÌ 19 OTTOBRE
– Pregate per fra Jozo e domani digiunate a pane e acqua. In seguito digiunerete per un'intera settimana a pane e acqua (CP 20).
– Pregate, angeli miei. Ora vi faccio vedere fra Jozo.
I veggenti hanno la visione di fra Jozo, in prigione. Dice loro di non aver paura per lui, che tutto andrà bene (DV2, 12). A proposito di Marinko che protegge i veggenti:
– Ci sono pochi fedeli come lui. Ha fatto molti sacrifici per Jozo. Ha subito molti tormenti e sofferenze. Continua a non permettere ad alcuno di togliervi la fede (DV2, 12; CP 20).

MARTEDÌ 20 OTTOBRE
Vicka: – Cara Gospa, abbi pietà di fra Jozo, domani, al processo. Paralizza qualcuno, colpiscilo in testa! So che è un peccato dire così, ma che fare?
La Gospa sorride alle mie parole, poi canta: «Gesù Cristo, nel tuo nome [...]». Terminato il canto (con la Gospa), essa ci dice:
– Andate nella pace di Dio.
E parte (DV2, 13; CP 20).

MERCOLEDÌ 21 OTTOBRE
A proposito di Jozo che attende la sentenza del tribunale: Vicka: – Cara Gospa, so che non hai lo spirito di vendetta, ma cerca ugualmente di richiamare alcuni alla ragione, perché giudichino imparzialmente.
– Jozo è di buon umore e vi saluta (DV2, 14).
– Non abbiate paura per Jozo. È un santo, ve l'ho già detto (CP 21).
– Jozo sarà condannato?
– La sentenza non verrà emessa questa sera. Non abbiate paura. Non sarà condannato a una pena grave. Pregate soltanto, perché Jozo vi chiede solo preghiera e perseveranza. Non abbiate paura, perché io sono con voi (DV2, 14).

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE
– Jozo è stato condannato. Andiamo in chiesa a pregare. Noi eravamo tristi a causa di Jozo:
– Rallegratevi! (DV2, 14; CP 22).
Lo splendore della croce è un fenomeno soprannaturale?
– Sì, lo confermo (DV2, 15; CP 21).
Dopo che molte persone ebbero visto la croce, sulla collina di Krizevac, trasformarsi in luce e poi nella figura della Madonna (CP 22):
– Tutti questi segni sono destinati a rinsaldare la vostra fede fino a quando manderò il segno visibile e permanente (FR2, 155).

DOMENICA 25 OTTOBRE
Tre ragazze di Citluk, rientrando a casa dopo la messa, vedono d'improvviso una grande luce dalla quale si staccano una quindicina di figure vestite con l'abito francescano. Si gettano in ginocchio, pregano e piangono. La Madonna interrogata al riguardo:
– Era un fenomeno soprannaturale. C'ero anch'io tra quei santi (CP 23).

LUNEDÌ26 OTTOBRE
La beata Vergine, sorridendo: – Lodati siano Gesù e Maria!
– Non mi fate più domande sul segno. Non abbiate paura. Apparirà sicuramente. Manterrò la mia promessa; quanto a voi, pregate, siate perseveranti nella preghiera (DV2, 16; CP 23– 24).

MERCOLEDÌ 28 OTTOBRE
– Eri tu, ieri, sul Krizevac, per circa mezz'ora?
– Sì, non mi avete vista? (DV2, 17; CP 25).
– Diverse centinaia di persone, sul luogo della prima apparizione, vedono un fuoco che brucia senza consumare niente. La sera, la Vergine dice ai veggenti:
– Il fuoco visto dai fedeli era di carattere soprannaturale.
– È uno dei segni premonitori del grande segno (CP 25).

GIOVEDÌ 29 OTTOBRE
– Voi, angeli miei, state in guardia. Ci sono molte notizie false che vengono diffuse. Sicuramente mostrerò la mia misericordia. Abbiate ancora un po' di pazienza. Pregate! (DV2, 17).

VENERDÌ 30 OTTOBRE
– Sia lodato Gesù!
Jakov e Vicka: – Che c'è nella busta chiusa che ci hanno fatto vedere in municipio?
Era stato detto loro che avrebbero creduto alle apparizioni se fossero riusciti a leggere ciò che c'era nella busta sigillata.
– Non rispondete niente. Vi stanno giocando un brutto tiro. Sono già state diffuse tante notizie false. Diffidate. Continuate a pregare e a soffrire! Io manifesterò la forza della carità (CP 25– 26; DV2, 18).
– La messa di Natale si deve celebrare la sera o a mezzanotte?
– Sia celebrata a mezzanotte (CP 25).
Ai veggenti: – Pregate! Andate nella pace di Dio (DV2, 17). A Ivanka: – Prega di più. Gli altri pregano e soffrono più di te. Ai veggenti: – Dite ai giovani di non lasciarsi distrarre dalla vera via. Restino fedeli alla loro religione (CP 26).

SABATO 31 OTTOBRE
Due versioni:
1. Diario di Vicka: DV2, 17.
Mirjana arriva da Sarajevo, dove studia in una scuola professionale, dove ha avuto apparizioni quotidiane. Vicka racconta:
La Gospa la consigliava come una madre attenta. Le ha detto per due volte chi deve diffidare, quali persone evitare, come comportarsi con coloro che le fanno dei rimproveri e insultano Dio.
Le ha anche detto di troncare ogni relazione con una ragazza che voleva drogarla [...] di non lamentarsi con nessuno, di rispondere a tono quando è utile o di tacere e non dar retta quando è meglio. Le aveva anche detto che fra Jozo non avrebbe avuto più di 4 anni di prigione.
Era contenta perché eravamo tutti e cinque insieme. Alla domanda di Dane Ljolje, la Gospa ha detto:
– Circolano molte chiacchiere e informazioni menzognere.
Poi ci ha mostrato una parte del paradiso: bellezza indicibile, molte persone, soprattutto bambini. Abbiamo avuto paura. La beata Vergine ci ha detto di non aver paura:
– Tutti coloro che sono fedeli a Dio avranno questo (DV2, 17).
2. «Cronaca parrocchiale».
Tomislav Vlasic riassume così le conversazioni con Mirjana:
La beata Vergine mi consiglia come una mamma attenta e buona. Mi mostra a cosa devo fare attenzione: quali persone evitare, come fare con quelli che mi provocano e offendono Dio. La beata Vergine le ha consigliato di interrompere ogni rapporto con una ragazza che aveva intenzione di drogarla. Poi l'ha messa in guardia contro altri pericoli. Le ha detto di non discutere con nessuno e di rispondere con calma. E quando vede che non serve a niente rispondere, di tacere e di proseguire per la sua strada.
Spesso l'ha invitata alla preghiera e alla perseveranza [...].
Le ha anche detto che fra Jozo non avrà più di 4 anni di prigione [...]. La santa Vergine si è mostrata molto felice di vedere i 5 veggenti di nuovo riuniti. Alla domanda ripetuta da Dane Ljolje, la santa Vergine ha risposto:
– Ce ne sono già abbastanza di chiacchiere e di informazioni menzognere.
Ha chiesto ai veggenti di non frequentare persone del genere.
Poi la Gospa ha mostrato ai giovani una parte del paradiso, una bellezza indicibile, molte persone, soprattutto bambini. All'inizio i giovani si sono mostrati spaventati e sorpresi. La Gospa ha detto loro di non aver paura:
– Sarà così per coloro che sono fedeli a Dio.
Ivika (= Ivanka) ha visto sua madre insieme a un'altra persona di sua conoscenza (CP 26– 27).

OTTOBRE

Sul conflitto tra i francescani e il vescovo di Mostar, in Erzegovina:
– Si risolverà. Ci vuole pazienza e preghiera. In risposta a una domanda fatta dai veggenti:
– Che ne sarà della Polonia?
– Si preparano gravi conflitti, ma alla fine i giusti trionferanno.
A proposito della Russia:
– È il popolo dove Dio sarà maggiormente glorificato. L'Occidente ha incrementato il progresso, ma senza Dio, come se fossero loro i creatori (K 60).

DOMENICA 1 NOVEMBRE
– Siate perseveranti. Pregate. Molte persone hanno cominciato a convertirsi (CP 27; DV2, 18).

INIZI NOVEMBRE
La Vergine appare con un'immagine di Giovanni Paolo u in mano. Abbraccia l'immagine:
– Egli è nostro padre e il padre di tutti. Bisogna pregare per lui (Bu 151).

LUNEDÌ 2 NOVEMBRE
– Perché ieri l'altro ci hai mostrato il paradiso?
– L'ho fatto perché vedeste la felicità che aspetta coloro che Dio ama.
Appare loro Gesù coronato di spine e con ferite su tutto il corpo.
I giovani si spaventano.
– Non abbiate paura. È mio Figlio. Vedete come è stato martirizzato. Nonostante tutto era nella gioia e ha sopportato tutto questo con pazienza.
Gesù dice loro:
– Guardatemi come sono stato ferito e martirizzato. Tuttavia ho riportato vittoria. Anche voi, angeli miei, siate perseveranti nella vostra fede e pregate per vincere (CP 28; DV2, 18).

MARTEDÌ 3 NOVEMBRE
La Vergine intona il canto: 'Vieni, vieni a noi Signore' e noi continuiamo con lei.
– Io sono spesso a Krizevac, sotto la croce, per pregare. Ora prego mio Figlio di perdonare al mondo i suoi peccati. Il mondo ha cominciato a convertirsi.
Sorride e poi parte (CP 28; DV2, 18).

VENERDÌ 6 NOVEMBRE
Dopo 20 minuti la Gospa scompare e davanti a noi appare l'inferno. Poi, essa ci dice:
– Non abbiate paura. Vi ho fatto vedere l'inferno, perché conosciate la condizione di quelli che ci sono (DV2, 19).

DOMENICA 8 NOVEMBRE
La santa Vergine bacia un'immagine del papa e dice:
– È vostro padre, il padre spirituale di tutti (L2, 99).
I veggenti hanno una visione di fra Jozo in prigione. La beata Vergine dice loro:
– Avete visto come il nostro fra Jozo lotta per Dio? (DV2, 20).

LUNEDÌ 9 NOVEMBRE
Jakov ed io eravamo soli nel locale. Parlavamo della polizia che stava passando. È venuta la santa Vergine:
– Non abbiate paura della polizia. Non provocate nessuno. Siate gentili con tutti (DV2, 20).

MARTEDÌ 10 NOVEMBRE
– Non cedete. Conservate la vostra fede. Vi starò accanto in ognuno dei vostri passi (DV2, 20).

VENERDÌ 13 NOVEMBRE
– Sia lodato Gesù!
I veggenti: – Sempre siano lodati Gesù e Maria. Poi la beata Vergine ci ha mostrato paesaggi meravigliosi [...] dove passeggiava il bambino Gesù. Non potevamo riconoscerlo. Essa ha detto:
– È Gesù. Al mio arrivo e quando parto, cantate sempre il canto: 'Vieni, vieni a noi Signore'.
Poi ci ha benedetto (DV2, 21; CP 29).

DOMENICA 15 NOVEMBRE
Eravamo in camera di fra Jozo. La Gospa non è venuta. Ci è apparsa in chiesa, dopo la recita di 7 Pater, Ave e Gloria. Le abbiamo chiesto perché non era apparsa. Essa ha risposto che non sarebbe apparsa in quel locale, perché ci avevano installato qualcosa.
– Il mondo sta ricevendo grandi favori da parte mia e da parte di mio Figlio. Il mondo deve avere una ferma fiducia (CP 29; DV2, 22).

LUNEDÌ 16 NOVEMBRE
– Il diavolo cerca di vincervi. Non lo permettete. Conservate la fede, digiunate e pregate. Sarò con voi in ogni vostro passo (CP 31).
A Jakov e Vicka: – Perseverate con fiducia nella preghiera e nella fede (DV2, 22).

DOMENICA 22 NOVEMBRE
Abbiamo chiesto alla santa Vergine che significano la croce, il cuore e il sole visti durante l'apparizione.
– Sono i simboli della salvezza: la croce è il segno della misericordia, lo stesso il cuore. Il sole è la fonte della luce che ci illuminerà (DV2, 24; C/29.XI. DV2, 19; CP 33).
Una figura luminosa si sostituisce di nuovo alla croce di Krizevac.
I veggenti chiedono alla Vergine se sia lei.
– Perché me lo chiedete angeli miei? Non mi avete dunque vista? (L2, 101).
– Il mondo deve trovare la salvezza finché c'è tempo. Preghi con fervore. Abbia lo spirito di fede (CP 33).

LUNEDÌ 23 NOVEMBRE
La Gospa era tutta vestita d'oro. Attorno al velo e sul vestito tutto brillava e scintillava. È indescrivibile. Era molto, molto bella.
– Il popolo ha cominciato a convertirsi. Mantenete una fede solida. Ho bisogno delle vostre preghiere. Addio, angeli miei (DV2, 25; CP 33).

GIOVEDÌ 26 NOVEMBRE
Questa sera, la santa Vergine era molto sorridente. Abbiamo pregato e cantato con lei. Le abbiamo posto alcune domande circa i malati:
– Abbiate una fede solida, pregate e digiunate ed essi guariranno. Siate fiduciosi e rimanete nella gioia. Andate nella pace di Dio. Siate pazienti e pregate per la guarigione. Addio, angeli miei cari (CP 34; DV2, 25).

SABATO 28 NOVEMBRE
Eravamo cinque, mancando Ivan. Tra noi regnava una profonda concordia. La Vergine è venuta nel momento in cui iniziavamo il Pater. Abbiamo conversato con lei. Poi essa ha benedetto alcuni oggetti. Ci guardava con dolcezza e ha detto:
– Ah, com'è bello vedervi tutti insieme! Andate nella pace di Dio, angeli miei, addio (DV2, 26).

DOMENICA 29 NOVEMBRE
– Bisogna che il mondo si salvi finché c'è ancora tempo, preghi ferma mente e abbia lo spirito di fede (CP 34).

NOVEMBRE
– Il diavolo tenta di imporvi il suo potere, ma voi dovete rimanere saldi e perseverare nella vostra fede. Dovete pregare e digiunare. Io sarò sempre accanto a voi.
Vicka: – Questo avvertimento riguarda tutti (C 100).

MERCOLEDÌ 2 DICEMBRE
Marija, Vicka e Jakov: Abbiamo chiesto alla santa Vergine di quel giovane che ha perso all'improvviso la memoria e ha smesso di imparare. Essa ha detto:
– Deve farsi ricoverare in ospedale.
Le abbiamo fatto anche altre domande. Essa non ha risposto ad alcune:
– Non dovete far domande su qualsiasi cosa.
Ci ha salutato come al solito (CP 35; DV2, 28).

GIOVEDÌ 3 DICEMBRE
– Pregate e siate perseveranti nella preghiera! (CP 35; DV2, 29).

DOMENICA 6 DICEMBRE
– Siate saldi e perseveranti. Miei cari angeli, andate nella pace di Dio (DV2, 30).

LUNEDÌ 7 DICEMBRE
– La gente si converte, è vero, ma non tutti ancora.
Dice questo guardando la folla presente all'apparizione (C 53).
Apparizione in casa di Jakov:
La santa Vergine ha pregato tutto il tempo con noi. Poi ha detto:
– Pregate e perseverate nella preghiera (DV2, 30 e CP 36).
Sulla parete era scritto a lettere d'oro MIR LJUDIMA ( = Pace agli uomini) (CP 36).

MARTEDÌ 8 DICEMBRE, Festa dell'Immacolata Concezione
Rispondendo a una domanda dei veggenti sul loro avvenire:
– Vorrei che diventaste preti o suore, ma solo se lo desiderate voi. Siete liberi. Sta a voi scegliere (LI, 136).
– Se incontrate difficoltà o avete bisogno di qualcosa, venite a me (K 72).
– Se non avete la forza di digiunare a pane e acqua, potete rinunciare ad altre cose. Sarebbe molto buono rinunciare alla televisione, perché dopo averne visto i programmi, siete distratti e non riuscite a pregare. Potete rinunciare all'alcool, alle sigarette o ad altri piaceri. Sapete da voi cosa dovete fare (T 55).
Quel giorno di festa dell'Immacolata Concezione, la Gospa era seria; si inginocchiò con le braccia tese, in atteggiamento di preghiera:
– Figlio mio diletto, ti supplico di voler perdonare al mondo i gravi peccati con i quali ti offende (C53).

MERCOLEDÌ 9 DICEMBRE
Mentre recitavamo le nostre preghiere, la santa Vergine è intervenuta:
– Oh! figlio mio Gesù, perdona questi peccati, sono così numerosi!
Allora noi abbiamo taciuto.
– Continuate a pregare, perché è la sola salvezza di questo popolo (CP 37; DV2, 31).

VENERDÌ 11 DICEMBRE
Vicka: Ho raccomandato alla Gospa i miei parenti che sono in Germania.
– Ti prometto di proteggerli. Andrà tutto bene (DV2, 32; CP 37).

SABATO 12 DICEMBRE
All'avvicinarsi delle vacanze che avrebbero permesso ai veggenti di ritrovarsi, la santa Vergine era raggiante:
– Presto sarete tutti riuniti. Potrete stare tutti insieme (CP 38; DV2, 32).

MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE
– Inginocchiatevi, figli miei, e pregate. Perseverate nella preghiera (CP 38).
Jakov e Vicka: Ogni parola della santa Vergine era un invito alla gioia (CP 39).

VENERDÌ 18 DICEMBRE
La santa Vergine non risponde alle nostre domande. Canta: 'Gesù Cristo, nel tuo nome'. Dopo la prima strofa dice:
– Forza, cantate con più gioia; perché siete così pensierosi?
Dopo la preghiera, intona: 'Regina del santo Rosario' e parte (CP 39).

SABATO 19 DICEMBRE
È la data del primo oracolo ambiguo riguardante il vescovo. L'insieme del testo contestabile e contestato è riportato nell'appendice 1, pp. 277– 299.

LUNEDÌ 21 DICEMBRE
– State in guardia, figli miei. Preparatevi a giorni difficili. Verrà da queste parti ogni genere di persone (CP 40).

GIOVEDÌ 24 DICEMBRE
– Festeggiate i prossimi giorni. Rallegratevi con mio Figlio. Amate il vostro prossimo. Fate regnare la concordia tra voi (CP 41).

VENERDÌ 25 DICEMBRE
– Amatevi gli uni gli altri, figli miei. Siete fratelli e sorelle. Non litigate tra voi.
Poi li benedice e parte (CP 41). Dopo la visione di Gesù:
– Rendete gloria a Dio, glorificatelo e cantate, angeli miei (Bl 53).

MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE
In risposta a richieste per malati, essa inizia la preghiera con il Padre Nostro, poi con il canto 'Regina del santo Rosario', e parte (CP 42).

GIOVEDÌ 31 DICEMBRE
Ivan: – Come possiamo mettere sulla buona via i sacerdoti che non credono alle apparizioni?
– Bisogna dire loro che, da sempre, io trasmetto al mondo il messaggio di Dio. È proprio un peccato non crederci. La fede è un elemento vitale, ma non si può obbligare nessuno a credere. La fede è la base da cui deriva tutto.
Sei proprio tu che appari sotto la croce?
– Sì, sono io. Quasi tutti i giorni mi trovo sotto la croce. Mio Figlio ha portato la croce. Ha sofferto sulla croce e con essa ha salvato il mondo. Ogni giorno, io prego mio Figlio di perdonare i peccati del mondo (CP 42; c/L2, 126).

Lettera ufficiale della Parrocchia di Medjugorje al Papa

Altri importanti messaggi degli inizi a Mirjana

Articoli di giornali del 1981-83

Home