Zaro (Ischia) - blog - sito

I messaggi più recenti in fondo alla pagina

26 luglio 2012: "Cari figli, ecco vengo a voi come Regina del Cielo e della Terra,  madre d’amore e di pace. Vengo a chiedervi ancora preghiera. Preghiera figli miei,  preghiera per la mia amata Chiesa, preghiera per i miei figli prediletti sacerdoti, i più tentati dal male. Nella mia amata Chiesa ci sarà una grande scissione: il male è entrato in essa. Pregate figli miei per il mondo; una breve ma sanguinosa guerra incombe. Pregate per l’Italia che ancora tremerà. Pregate, figli miei! Il mio Cuore Immacolato alla fine trionferà! Pregate, figli miei. Adesso vi do la mia santa benedizione. Grazie per essere accorsi a me."

26 gennaio 2013: "...Figlia l'Italia è in grave pericolo. Pregate molto per essa, pregate! Figli, la terra tremerà, tremerà molto. Un forte terremoto scuoterà l'intera nazione."

8 settembre 2014 (a Simona): “Cari figli, eccomi ancora una volta in mezzo a voi, figli miei. Figli io sono la vostra madre, vi amo e vengo a portarvi amore, pace, perdono, gioia. Figli miei, siate pronti a dire il vostro sì al Signore, il vostro eccomi, siate pronti ad accogliere la sua volontà… tra breve ci saranno segni grandiosi in cielo e sulla terra, tante conversioni e guarigioni, ma ahimè, figli miei, anche il male scatenerà le sue forze, siate pronti a combattere con l’arma del santo Rosario stretto in pugno, non fatevi trovare impreparati, siate pronti, rafforzate la vostra preghiera, partecipate alla santa Messa, confessatevi e fate la santa Comunione, in essa c’è il vero nutrimento dell’anima e del corpo. Figli miei pregate, pregate per tutto ciò che accade nel mondo, per tutto ciò che lo circonda, siate fiaccole d’amore accese per il Signore. Figli, in ogni famiglia ci sia un cenacolo di preghiera, una piccola fiammella d’amore che sale al Signore… la preghiera e l’arma più forte! Adesso vi do la mia santa benedizione. Grazie per essere accorsi a me."

8 novembre 2014 (a Simona): “Ho visto Maria, tutta vestita di bianco con i bordi del vestito dorati, un lungo manto azzurro che veniva spinto leggermente indietro da un leggero alito di vento, sul capo aveva un sottilissimo velo bianco e intorno al capo la corona di 12 stelle. Aveva le braccia aperte, nella mano destra una lunga corona di legno, sul fianco sinistro; legata alla cintura d'oro aveva una piccola falce d'oro, come quella per mietere il grano.
"Cari figli, ancora una volta giungo in mezzo a voi per portarvi amore, pace, conforto, per portarvi tutti al mio e vostro amato Gesù. Figli miei pregate, non temete figli, al momento giusto il grano sarà mietuto e con esso la zizzania, il grano verrà raccolto in covoni e la zizzania sarà bruciata nel fuoco inestinguibile..."

26 novembre 2014 (a Simona): ”Cari figli, ecco ancora una volta giungo in mezzo a voi, per portarvi tutti al mio amato Gesù. Figli cari, sono venuta a radunare il mio esercito, che combatterà contro le tenebre e il principe di questo mondo..."

26 gennaio 2015 (ad Angela): ”Cari figli, grazie che anche quest'oggi avete risposto a questa mia chiamata. Figlioli amatissimi, questo è il mio bosco benedetto nel quale si avranno segni e miracoli. Figli, vi prego, pregate, pregate affinché  presto si compia la volontà del Padre. Figlioli, questo che sta per realizzarsi in mezzo a voi è un grande progetto d’amore che Dio vuole realizzare per voi e per la vostra salvezza. Pregate figlioli, pregate molto, quello che dovrà accadere sarà meraviglioso, si avranno segni nel cielo e sulla terra. Questo progetto è per tutti gli uomini che vogliono convertirsi!…”

8 dicembre 2015 (a Simona): “… Cari figli, siate sempre pronti all’amore, alla pace, alla preghiera. Figli miei pregate, il santo Rosario è l’arma più forte contro il male, non temete il male ma pregate! Figli miei, nei momenti più duri non vi scoraggiate, stringete in pugno la corona del Santo Rosario e invocate il preziosissimo Sangue di Gesù, che discenda su di voi e vi plachi ogni dubbio e paura. Vi amo figli miei, vi amo immensamente. Pregate figli miei, pregate, che il momento in cui il Signore giunga non vi trovi impreparati, ma con il cuore ricolmo di gioia, le labbra piene di benedizioni e la corona del Santo Rosario tra le mani, le ginocchia pronte a piegarsi d’innanzi a lui e la vostra mente pronta a lodare Dio…”

8 ottobre (a Simona): “… cosi come cade la pioggia discendono su di voi le grazie, su coloro che hanno il cuore aperto pronto ad accogliere…
Figli miei, beati quelli che ascoltano la parola del Signore e la mettono in pratica, beati gli umili di cuore… pregate per la mia amata Chiesa, per i miei amati figli prediletti, i sacerdoti che con il loro tradimento straziano il mio cuore. Figli miei, beati coloro che il Signore venendo troverà pronti con l’arma tra le mani, il cuore saldo e la fede forte. Figli vi amo immensamente!  Pregate figli miei, non stancatevi mai di chiedere con la preghiera tutto ciò di cui avete bisogno, con la preghiera fatta con il cuore, umile e semplice, fatta con amore e sincerità senza pretendere… imparate a ringraziare il Signore per tutto ciò che vi dona ogni giorno…”

26 ottobre 2016 (ad Angela): “… Figlioli amatissimi, oggi vi chiedo preghiera per la pace… la pace è in pericolo e voi con la vostra preghiera potete aiutarmi a far regnare più pace. Ad un certo punto ha allargato il suo braccio destro e mi ha detto “guarda“: ho visto navi da guerra che stavano nel Mediterraneo e scene di guerra. Figlia mia, vi invito a pregare, ma vi prego non fatelo con le labbra ma con il cuore. Aprite i vostri cuori e tenete stretta la corona del santo Rosario tra le mani. Figlioli, si udranno rumori e fragori di guerra, molti moriranno, ma voi pregate, con la preghiera tutto ciò potrà essere alleviato… Pregate, allontanatevi dal male e fate entrare Gesù nelle vostre case. Egli bussa alle porte del vostro cuore, ma voi tante volte preferite il male al bene. Figli miei, oggi passo in mezzo a voi e vi tocco. Guarisco le vostre ferite, tocco le vostre piaghe e i vostri cuori, tocco tutti coloro che non credono affinché si convertano…”

8 novembre 2016 (A): “Cari figli miei, vi ringrazio che anche questa sera siete accorsi nel mio bosco benedetto ad accogliermi e a pregare. Figli amatissimi, anche questa sera vi chiedo di pregare per tutto quello che nel mondo dovrà accadere. La terra tremerà ancora, il mondo tremerà, ma voi non temete: io vi sono accanto e vi proteggo. Figlioli, vi prego di vivere i messaggi che vi dono, li porto per la vostra salvezza. Queste parole che io vi dono sono parole d'amore e di correzione. Io vengo qui in mezzo a voi per salvarvi, apritemi i vostri cuori e io vi donerò la pace. Tanti ricercano la pace su strade sbagliate, ma ahimè la pace la potete trovare solo con la preghiera, la parola e i sacramenti…
(S) Pregate figli miei, l’Italia tremerà ancora. Tutto ciò è solo l’inizio di ciò che da tempo vi avevo preannunciato; pregate affinché tutto ciò venga alleviato…”

26 dicembre 2016 (ad Angela): … Ho visto tante scene che mi passavano davanti, erano come scene di visioni già avute, in modo particolare scene di guerra, di violenza, terremoti, vulcani che esplodevano, popoli che si ammazzavano e persone che litigavano tra loro. "Vedi figlia, tutto questo mi fa tanto soffrire, ma questo non è opera di Dio ma opera degli uomini. Sono gli uomini che allontanandosi da Dio creano e fanno accadere tutto questo, affidando la loro vita nelle mani del principe di questa terra. Figlioli, io e mio Figlio abbiamo per voi ben altro, noi non vogliamo tutto questo, ma vogliamo che vi amiate gli uni gli altri.
Vi prego figli, mettete al primo posto il comandamento dell'amore, spalancate i vostri cuori e fatemi entrare… quello che dovrà accadere sarà tremendo, ma io sono la vostra mamma e vi prometto che vi terrò stretti sul mio petto come tengo stretto mio Figlio Gesù. Io vi amo figli, vi amo immensamente e non permetterò che vi venga fatto del male… vi prego tenete stretta la corona del santo rosario nelle vostre mani e pregate, la preghiera vi donerà pace e amore…”

8 aprile 2017 (ad Angela): “… Figli, ancora sangue e dolore strazieranno il mio povero cuore, fragori di guerre che prima erano lontane, adesso sono giunte alle porte. Tutto quello che da tempo vi avevo preannunciato sta per compiersi, ecco è giunto il momento. Figli, pregate e non cadete nella tentazione di pensare che Dio si è dimenticato di voi, ognuno di voi è prezioso ai suoi occhi... Figli amatissimi vivrete momenti tremendi, vivrete nel pianto e nel dolore, pregate figli, fate della vostra vita una continua preghiera. Figli miei, l'arma per fronteggiare questi momenti di buio e di dolore e per far sì che tutto questo venga mitigato, è la preghiera e la sosta davanti a Gesù nel Santissimo Sacramento dell'altare: è lì che attingerete la forza più grande!"
A questo punto mi ha fatto vedere scene di guerra e centinaia di persone che venivano uccise. Poi ho visto tante navi da guerra che si posizionavano nel Mediterraneo. Esplosioni di bombe e missili giganti che passavano veloci e colpivano città intere. Palazzi e moschee venivano distrutti dalle bombe. Poi ho visto Papa Francesco raccolto in preghiera, in ginocchio, sudava e si portava le mani al volto. La Mamma ha continuato:
"Pregate per lui, pregate. Figli, imparate a fare silenzio, siate uomini e donne del silenzio. Pregate di più e parlate di meno. In questo momento serve che le vostre labbra si muovano per pregare, lodare e benedire. Così potrete insegnare agli altri quello che da tempo vi chiedo. Mio Figlio mi manda in mezzo a voi per salvarvi e per convertire quelli che sono lontani da Lui."

17 aprile 2017 (a Simona): ”Cari fratelli miei, sono morto per ciascuno di voi, sono morto per distruggere la morte, ogni vostro peccato mi trafigge come una lancia ma, fratelli miei, non esiste peccato abbastanza grande da non essere perdonato tramite il sacramento della riconciliazione. Fratelli amati, non crediate che il braccio del Padre si sia accorciato; se ancora non è stato disteso è per concedervi ancora tempo per convertirvi, per lasciarmi entrare nella vostra vita, nei vostri cuori. Ma non dimenticate: non chi dice Signore, Signore, entrerà nel regno del Padre mio, ma chi fa la sua volontà… Ancora per poco sono in mezzo a voi, ci saranno tempi bui in cui mi cercherete, in cui sarete costretti a nascondervi per cibarvi di me; in quei momenti restatemi fedeli ed io sarò con voi, non mi abbandonate ed io non vi abbandonerò, non mi rinnegate e io non vi rinnegherò dinnanzi al Padre mio. Fratelli, figli, amici, vi amo di un amore ineguagliabile e sono morto e risorto per voi, per donarvi la vita eterna, per prepararvi un posto nel regno del Padre mio…”

14 aprile 2017 (ad Angela): “Pace a voi amici, pace a voi fratelli, pace a voi figli. Io sono il principio e la fine, l'Alfa e l'Omega, io sono qui per dissetarvi e per donarvi ristoro, io sono il primo e l'ultimo. Fratelli amatissimi, grazie per essere qui in quest'oasi di preghiera. Figlioli, quest'oggi chiedo a ciascuno di voi di consacrarsi al Cuore Immacolato di mia madre Maria. Fratelli, mia Madre con continui moniti d'amore vi richiama alla preghiera, perché vuole che ciascuno di voi sia pronto e non venga colto impreparato. Purtroppo tempi duri vi attendono, la guerra è alle porte e i cuori di coloro che governano questa terra sono assetati di odio e di potere. Molti innocenti perderanno la vita, ma tanti si salveranno. Fratelli miei, oggi vengo per annunciarvi che io sono qui in mezzo a voi e non vi abbandonerò mai. Apritemi i vostri cuori, spalancate le vostre braccia e fatemi prendere posto tra voi. Io sono uno di voi e voi potete sempre contare su di me. Sono qui per perdonare non per condannare…”

26 maggio 2017 (a Simona): “Figli miei tanto amati, vengo ancora una volta a chiedervi preghiera, preghiera per questo mondo sempre più preso dal male, preghiera per la mia amata Chiesa - la scissione, l'apostasia, la massoneria, sono mali che la corrodono dal suo interno - preghiera per i miei figli prediletti. Figli miei pregate, solo la preghiera può aiutare, fortificare, mitigare. Figli miei, non vi stancate di chiedere aiuto al Signore. Figli, non vi voltate indietro cercando cose futili, ma guardate in avanti cercando le cose di quassù. Pregate figli miei, tempi duri e bui vi attendono, pregate per quei miei figli che non trovano pace, pregate per i miei amati figli che con il loro comportamento straziano il mio cuore, pregate figli miei, pregate. Io sono giunta a voi per l’immenso amore di Dio Padre, vengo per condurvi tutti salvi a Lui . Figli miei, rumori di guerra si odono sempre più vicino. Pregate figli miei, pregate, alla fine il mio cuore Immacolato trionferà…”

“… Figli, la strada che conduce a mio Figlio è lunga e faticosa, ma voi non temete, io vi sarò accanto e vi sosterrò sempre. Molti sono i nemici che vi circondano e si nascondono per farvi allontanare dalla verità. Ricordatevi che mio figlio Gesù è la verità!…
Figli miei, quello che nel mondo dovrà accadere sarà tremendo ma io vi sono accanto, sarò la vostra lampada e il vostro rifugio. Io sono qui per condurvi tutti a mio Figlio.
Figli miei, vi prego ancora una volta di sostare in ginocchio davanti al Santissimo Sacramento dell'altare, riconciliatevi con Dio attraverso il sacramento della confessione e quando vi sentite deboli e privi delle forze cibatevi di Gesù. L'Eucarestia vi darà forza e vi sosterrà sempre."
Poi mi ha detto "guarda”: all'improvviso mi sono ritrovata a Parigi e precisamente davanti alla Torre Eiffel, era come avvolta dalle fiamme e gente che scappava alla rinfusa. Poi ho visto dietro alla torre e precisamente alla sinistra un grande palazzo bianco. Questo palazzo era molto grande. Per prima cosa sono esplosi tutti i vetri, poi una forte esplosione e infine un cumulo di macerie e polvere. Si sentivano grida strazianti e c'era sangue dappertutto. Poi ho visto altre esplosioni e varie stragi.
La Madonna ha ripreso: "Figlia mia, guarda quanto male e quanto dolore c'è nel mondo. Tutto questo mi fa soffrire molto, il mio cuore è sempre più straziato e sempre più grida di innocenti salgono a me. Pregate molto per la pace, pregate per quei giorni di buio che sovrasteranno l'intera umanità…”

Nota: Le veggenti di Zaro sono due e si chiamano Angela e Simona. I messaggi completi sono pubblicati tempestivamente sul blog Cenacoli Maria Pellegrina. Un accenno di P. Gabriele Amorth sulle apparizioni di Zaro. Commissione nominata dal Vescovo di Ischia nel 2014.