Mario D’Ignazio - Brindisi - pagina Facebook

I messaggi più recenti in fondo alla pagina

Gennaio 2011: “Il messaggio che la Vergine Santa ci ha lasciato è davvero forte e quindi invito tutti voi a incentivare la preghiera poiché siamo già in pericolo. Quando la Vergine Santa mi ha mostrato questa visione della gente che correva in preda al panico vi assicuro che non è stata una passeggiata. È stata una grande sofferenza per me assistere a questa catastrofe e la gente correva proprio in preda al panico. Ho visto altro. Non racconto tutto perché ci sono scene abbastanza forti, abbastanza terrificanti... C’è troppa indifferenza verso Dio, verso le apparizioni. C’è tanta malvagità nel cuore umano e quindi tutto questo porta catastrofe. Preghiamo e offriamo il Santo Rosario affinchè la catastrofe sia allentata. Non la si può evitare”.

5 novembre 2011: "Cari figli, io vi amo e sono in mezzo a voi per volere di Dio, affinché possiate ritornare a Lui: il Dio vivente… l'eterno e giusto Padre vi sta chiamando ad una vita piena, ad una vita nuova e questa vita nuova viene dal suo Spirito Santo. Invocate con ardore lo Spirito Santo ed egli discenderà con la sua potenza di santificazione su di voi… il mio Cuore Immacolato trionferà e scenderà la pace sulle nazioni tutte."

5 luglio 2012: "Figli miei io e Gesù attendiamo che presto tutti ritornino alla vera vita, abbandonando il peccato e ogni sorta di male. La terra è ricoperta d'oscurità ma io vi porto la Luce. La terra è priva d'amore ed io vi porto l'amore.
Cari figli io, madre del Redentore, vi sto esortando pazientemente alla conversione prima che il tempo della misericordia cessi e giunga il tempo della divina giustizia. Figli miei è oramai tempo di decidervi per Dio, è tempo di preghiera e di penitenza. Tempo fa vi dissi che i flagelli sarebbero scesi e cosi' sta avvenendo. Cosa aspettate ancora per convertirvi a mio Figlio? Se continuerete ad oltraggiare il Padre sarà terribile ciò che avverrà. Figlioli non oltraggiate il Padre ma adoratelo e glorificatelo."

5 maggio 2013: "Coloro che mi seguono, saranno protetti dagli Angeli…. Molti non ascoltano i miei messaggi e così facendo si mettono nelle mani del Nemico, che li incatenerà con catene di fuoco, per trascinarli con se nello stagno di zolfo… Cari figli, entrate nel mio Cuore ed esso sarà per voi arca di salvezza eterna..."

5 giugno 2013: "Ora vi sto radunando e vi sto introducendo nel mio esercito, schierato a battaglia, per vanificare tale sfida superba. Con l'umiltà del cuore, la semplicità di una vita vissuta in Cristo e la rinuncia al peccato vinceremo, e l'umanità conoscerà la pace...”

5 agosto 2015: “Per incontrare Gesù dovete percorrere la via misteriosa della croce, accettando il dolore. Il dolore vi avvicina al Padre celeste, vi trasfigura completamente nello Spirito Santo e vi matura come veri cristiani. Voi che mi servite sarete protetti e liberati da ogni male. Coloro invece che mi combattono saranno colpiti dalla divina giustizia, affinché i loro piani nefasti siano distrutti..."
19 ottobre 2015: “…Vivete nell'attesa del Regno di Dio sempre più vicino. Vivete nutrendovi di continue preghiere, affinché il male non spenga la luce della speranza in voi. Ricordate che la preghiera opera grandi miracoli… miracoli di vita nuova in Gesù unico Re dell’universo…”

19 Aprile 2016: "Piccoli miei, sono io, il vostro Gesù… Aprite i vostri cuori alle parole del cielo, poiché ai tempi della misericordia seguiranno i tempi della divina giustizia; e tutti coloro che non hanno voluto credere saranno raggiunti dalla punizione del Dio vivente… Siate pronti, perché presto il mio braccio farà giustizia e sarà salvato dal grande castigo solo chi avrà ascoltato, creduto e seguito l’Immacolato Cuore di Maria. Non eleggetevi a giudici di questo mondo, poiché io solo conosco ciò che si cela nel cuore umano, io solo leggo in esso. Oggi il cuore dell'uomo è privo della mia luce poiché privo d'amore, pieno solo di egoismo, di odio, di rancore. Perdonate! Perdonate! Ritornate ad amare col mio Cuore divino.
Vi dono il mio Cuore affinché possiate amare mediante di esso. Corrispondete presto ai messaggi dell'Immacolata, affinché possiate essere illuminati e liberati dalla mentalità corrente, guariti dal peccato che regna in voi: la disubbidienza alla mia parola di verità. Io vengo presto. Il mio Regno è prossimo. La "mietitura" si approssima. I segni nel cielo, annunceranno presto il mio prossimo ritorno di Giudice tremendo e giusto. Non vi assopite. Lodate la Trinità per la grazia di avere ancora mia Madre come guida e maestra nella vera fede, poiché una falsa fede, sta sostituendo quella vera e molti progetti della Bestia si stanno attuando! Il mio sigillo si imprima per mezzo degli angeli custodi sulle fronti di chi crederà ai miei messaggi e ai messaggi di mia Madre, la Corredentrice".


19 Settembre 2016: “Sono Maria, Vergine della Salette! Come oggi, apparsi a Melania e Massimino in lacrime: lacrime di dolore per un'umanità sorda alla parola di mio Figlio, lacrime di una madre che perde tanti figli, accecati dal mondo peccaminoso!…
Richiamo il mondo alla penitenza, al pentimento, poiché la “coppa dell’ira divina” è colma e trabocca. Dissi allora ai miei pastorelli di quanto Dio fosse offeso dal comportamento iniquo degli uomini senza fede! Oggi tale comportamento è divenuto ancor più grave, attirando castighi sui popoli atei […]
Non rifiutate il mio soccorso! Dio mi invia a voi, poiché la situazione attuale è gravissima: l'uomo si è messo al posto di Dio, cerca adorazione, lode, venerazione! Sia Dio l’unico vostro Re! Sia Dio l’unico vostro Signore! Domandate a Dio lo Spirito Santo, per illuminarvi, guidarvi alla verità e liberarvi da vane illusioni demoniache. Io aspetto il ritorno di tutti, la conversione di tutti, la salvezza di tutti. Pregate in nome delle mie sante lacrime per la conversione del mondo […]”


La visita dell'Abate R. Laurentin - Con dichiarazione del 15 marzo 2015 il vescovo del luogo ha definito non autentiche le esperienze mistiche (dissero la stessa cosa anche i vescovi di Mostar su Medjugorje). Intervista al veggente, marzo 2015.

“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger - Commentary on the documents of Vatican II, vol. V, p. 134, Herbert Vorgrimler - Ed. Herder and Herder)