Gocce di Luce - mistica seguita da Don Armando Loffredi

Messaggio più recente in fondo alla pagina

15 novembre 2009: "Oggi la mia Parola vi annuncia la fine dei tempi, ove le forze del mondo saranno sconvolte, ove molti periranno e altri, da vivi, saliranno in Cielo. Le potenze dei mari e dei cieli saranno stravolti poiché ha fine il ciclo naturale della vita, giunta a maturazione, a compimento il tempo dato agli uomini, alla terra che si esaurisce nel suo compito giunto a termine; e ciò che è bene è per sempre, e ciò che è male è male per sempre...  Ora viene la fine di questo tempo malvagio, e come ogni fine, anche in questa ora le potenze del mondo saranno sconvolte, dato che la natura è intimamente a voi ancorata, e sarà sofferenza per gli uomini, gli animali e per la stessa natura che partecipa di questo dolore, che è purificazione per la rinascita al bene di questo mondo..."
21 settembre 2010: “Giunge l’ira di Dio, ed è ira santissima e reale quando ogni mezzo offerto all’uomo non ha risposta. Dio chiama con invito d’amore, viene non per condannare, ma giunge il tempo della santissima ira sua, poiché Iddio ne fa ancora mezzo di salvezza e purificazione dal male e trasfigurazione nel suo bene per far sì che i più, che i molti salvati, possano accedere al banchetto celeste ove sarete i miei commensali, poiché mi avrete seguito. Ti benedico."

16 marzo 2011 [5 giorni dopo lo tsunami] "Figlia mia cara, tu mi preghi per questi eventi così disastrosi ed io ti rispondo con la parola di stasera: Ninive doveva essere distrutta entro 40 giorni per il cumulo dei suoi peccati, ma i suoi i abitanti hanno seguito l’invito di Dio per bocca del profeta, e si sono posti in conversione, hanno fatto penitenza per espiare al loro peccato, hanno cambiato vita, e non c’è stata più la distruzione, ma la vita. Ancora nel Vangelo io vi dico: se in quella città hanno seguito l’invito al cambiamento, alla conversione per mezzo del profeta, quanto più dovreste ascoltare il mio richiamo? Perché allora non vengo ascoltato? …Cosa alza le alte onde del mare? Cosa scuote la terra? Oh, gli scienziati diranno: “Sono fenomeni naturali!”. Sì, è vero, e si attuano per evento naturale, ma chi lo fomenta, chi lo accende? E’ il diavolo che prende forza dai peccati, dalla enorme energia negativa del male che gli dà potenza di usare la stessa natura contro gli uomini. Dio non vuole la distruzione, ma vi richiama e invita a vivere nella rettitudine, e poi: del dolore, che è frutto delle scelte umane, ne fa una storia di purificazione e riscatto. Il Giappone così apparentemente ubbidiente e civile è ormai possesso del paganesimo; le giovani generazione non seguono più nemmeno i riti e le credenze dei loro antichi padri, il loro dio è la tecnologia e il successo del denaro e il prestigio, una tecnica scientifica che cerca persino di ricreare la vita: l’uomo, e che si pone a sfida di Dio. Le loro immagini violente hanno varcato gli oceani per devastare la mente di tanti innocenti. Quanti peccati che satana usa per porsi contro essi stessi. Non cercano l’aiuto e l’alleanza con il Creatore! … La conversione vi cambia in Dio, e in Dio voi avrete l’amicizia con la natura; scende allora la mia benedizione. Ancora la mia mano si alza e dico: “Taci!” alla bufera; e le acque e la terra si acquietano.”

17 maggio 2012: "La Chiesa sarà perseguitata, e molto dura sarà la prova, ma così come è la nascita di un figlio per cui c’è un parto preceduto dal dolore, simile sarà per il parto di questa nuova era: ci sarà il suo travaglio! Si compiranno totalmente le profezie di Fatima, i messaggi di Medjugorje, le profezie di santi e profeti. Il Signore manderà un segno visibile a tutti nel cielo: “La grande Croce”, ed alcuni giorni prima ci saranno gli avvertimenti per dare modo di poter tornare, di invocare la misericordia del Padre e la salvezza. La tristezza si tramuterà poi in gioia poiché si vivrà un lungo tempo di pace sulla terra: Dio vivrà in mezzo a voi nell’unione con gli uomini, non ci sarà paura, né guerre, né divisione, ma l’amore condiviso. Si vivrà il vangelo. Tenetevi pronti, figli miei, state desti!”.

1 giugno 2012: “Figli miei, Io vengo sempre a giudicare il mondo. Vengo ogni giorno, nelle creature che tornano alla patria celeste nel giudizio personale: e quante ne sono venute oggi e molte ne verranno domani!... Vengo ad ogni confessione, e vengo presto in questo tempo malvagio per liberarvi nel mio giudizio, dal male di satana; e tutta la terra verrà liberata. Verrò poi ancora nell’ultimo Giudizio dell’umanità..."

Vari riferimenti alla figura del Papa (non fa nomi) nei messaggi di questa mistica.

13 dicembre 2013: "La mia gioia è luce: illumina di chiarore pur nella notte delle prove; dà sostegno alla stessa oscurità se vissuta per amor mio. Essa è sprone, è entusiasmo nell’attesa, alimenta la speranza e la vostra fede, così che, dopo la notte, giunga il nuovo giorno, un’aurora radiosa che porta con sé il suo cambiamento: nei tempi che susseguono ed evolvono in me, nella trasformazione degli eventi… finché non giunga il giorno senza tramonto, né notte, né attesa, ma la certezza di un perenne presente. Avete compreso? Potete comprendere? Non ci sarà più conteggio dell’alternarsi dei tempi, né dolori e tormenti, né dubbi o tenebre, ma il massimo gaudio di una felicità di cui gli amori vissuti sulla terra, le sensazioni amorose tutte unite, non sono che un barlume dell’intensità della sua luce."

 

Home