Elio - Gioiosa Ionica

I messaggi più recenti in fondo alla pagina

14 maggio 1998: "Tu aiuterai i fratelli per il giorno in cui Egli verrà a rendere secondo le azioni."

8 dicembre 1998: "Madonna mia, si parla tanto della fine del mondo, dell'apocalisse e di cose simili. Quale sarà il futuro dell'umanità? Potete dirmi qualcosa? Molta gente è preoccupata. State tranquilli. Il Figlio di Dio tornerà tra voi e Babilonia scomparirà, mentre Gerusalemme conoscerà la beatitudine."

14 gennaio 2002: "Sappiate che le mie apparizioni di questo tempo sono le ultime per l’intera umanità. Perciò, figlioli cari, non tardate a convertirvi e accogliete seriamente i miei inviti."

14 gennaio 2004: "Figlioli, oggi vi invito a meditare sull’ultimo giudizio: quel giorno incontrerete il Signore ed Egli scruterà i vostri cuori, illuminerà i vostri segreti, vi metterà sulla bilancia e vi renderà secondo le vostre opere. Riflettete, dunque, su queste cose e provvedete a voi sapientemente, affinché possiate entrare nel regno dei beati."

14 febbraio 2007: "Figlioli, è giunto il tempo di rimettervi in cammino, di rinnovare l’amore per Gesù e per la Chiesa. Solo se vi convertirete sarete pronti a respirare, con l’entusiasmo dei discepoli, l’aria nuova del Regno."

14 novembre 2012: "Quando ci sarà la "fine del mondo", essa non causerà la distruzione del pianeta Terra, né lo sterminio dell'umanità, ma una rivoluzione nel modo di pensare e di agire degli uomini. Ciò significa che l'uomo finirà di vivere secondo lo spirito del male e vivrà per sempre secondo lo Spirito di Dio..."

27 Febbraio 2015 (Gesù): "Amici e fratelli miei, pace a voi! Oggi desidero parlarvi dei musulmani: sappiate che alcuni di loro hanno un cuore docile e saranno accolti nel regno dei beati; altri, invece, sono prepotenti e riceveranno la giusta punizione. Questi ultimi agiscono in nome del loro dio, ma è il demonio che li guida e li spinge a usare violenza e a seminare terrore, distruzione e morte. Vi invito, quindi, a pregare per loro, affinché si convertano e acquistino la grazia divina, evitando così il pesantissimo castigo. Vi benedico."

3 aprile 2015: “Amici e fratelli miei, pace a voi! Oggi è il giorno della mia crocifissione, eppure io ho sempre amato la vita, non la morte. Ho amato la mia vita come ho amato quella degli altri, quella di tutti, anche dei miei nemici. Ho amato la vita e la gioia e l'ho sempre offerta agli uomini. Io non cercavo la passione e la morte e nemmeno la croce, ma sono stato pronto ad accettare tutto liberamente, per mostrare a voi quanto è grande il mio amore. Oggi io vi dico: coraggio, anime che soffrite! Anche per voi, tra non molto, le tenebre saranno squarciate dalla luce e il sole della Pasqua risplenderà per sempre.”

14 aprile 2015: “Figlioli, oggi vi invito a intensificare le vostre preghiere... salverete così il mondo e conquisterete l'intero universo…”

14 agosto 2015: "Figlioli, oggi sono qui per ricordarvi che il Signore raccoglie le vostre lacrime, ascolta i vostri sospiri e riveste di luce i vostri gesti d'amore. Un giorno poi riunirà tutte queste cose e con esse formerà la vostra corona di gloria...."

14 dicembre 2015: “Figlioli, in attesa del santo Natale, vi invito a chiedere perdono al Signore per tutte le cose buone che non avete saputo apprezzare. Chiedetegli pure di far maturare in voi i frutti di questo tempo di grazia, affinché comprendiate bene che nulla viene per caso, ma tutto ha un senso per la vostra vita. Vi do la mia santa benedizione, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.”

14 Gennaio 2017: "Figlioli, il mio cuore è triste nel vedere che il mondo sta cancellando la sua storia e la sua cultura e che i governanti hanno creato una nuova Babilonia: così il mondo precipita nel nulla. Figlioli cari, pregate più intensamente, perché possiate uscire da questo buio. Vi do la mia santa benedizione, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo."

Nota. Blog curato, messaggi semplici, evangelici. Il veggente si presenta con umiltà, con una biografia completa e convincente.
In foto col compianto mariologo P. Stefano de Fiores