Io c'ero

Molto ben preparato da una novena, arriva infine il giorno tanto atteso. Eravamo già a Monaco di Baviera molto presto e perciò c'era tempo. Per curiosità sono entrato nella chiesa ancora vuota e subito mi ha abbracciato un amore, un canto, una sensazione: pura Medjugorje!
Il favoloso coro provava nella chiesa vuota. "Lei" era già lì, ed attendeva. E sono arrivati in tantissimi. Il miracolo è accaduto: una chiesa stipata ma con pace, ordine, rispetto, raccoglimento e tanta preghiera profonda. Grande!
Tutto era organizzato alla perfezione e non ci sono stati grossi problemi; ovviamente troppo poche sedie e lunghe file presso i confessionali, è così anche a Medjugorje. Era così bello vedere come i posti a sedere venivano ripetutamente scambiati, alcuni hanno dato le loro restanti sedie ad altri fedeli ancora.
In preparazione alla Messa, i misteri del Rosario venivano presentati in varie lingue, bellissimo. Già questo era un profondo e toccante inizio...
Il veggente Ivan ha convinto molto con la sua testimonianza e sono rimasto impressionato dai suoi modi semplici e schietti. Abbiamo avuto la grazia di essere presenti dal vivo ad un'apparizione: da pelle d'oca!
Le parole di Ivan mi hanno toccato, soprattutto dopo l'apparizione. Teneva gli occhi chiusi, era molto concentrato nel raccontare l'aspetto attuale della Madonna. La sua postura, la sua voce, le sue parole, tutto era totalmente cambiato. Era davvero successo qualcosa.
Bene anche che dopo si sia potuta fare una breve adorazione, comunque le impressioni erano state fortissime.
La mia ragazza, che purtroppo non è potuta venire con me, aveva la possibilità di seguire tutto su Internet, così la benedizione non si limitava ai presenti; perciò un caloroso grazie a tutti coloro che erano impegnati dietro le quinte.
Vorrei anche ringraziare i tanti volontari, gli organizzatori, i sacerdoti, chi guidava la preghiera, è stato tutto semplicemente fantastico e unico; si spera che tale incontro si tenga presto di nuovo. Sarò lì!

Gabi, dalla Bassa Baviera, luglio 2011

Fonte: medjugorje-aktuell
(nostra traduzione)

 

Home