Bénédicte, Nizza

16 aprile 2009: "Carissimi, adesso è il momento del mio ritorno imminente! Coloro che vivono con me in una comunione inalterabile, prevedano e preparino quest'ora di grazia per l'umanità alla deriva... Preparate questo ritorno del Signore in adorazione e contemplazione, con il fervore degli apostoli riuniti nel Cenacolo. Sì, viene, colui che il mondo non può contenere, per la creazione di questo nuovo mondo annunciata dal mio profeti, per purificare il cuore dell'uomo ferito dal peccato, per ridare la vita alle anime morte, alle fonti inaridite, ai fiori appassiti... Il cielo e la terra si abbracceranno e diventeranno uno in una gioia indescrivibile, il ripristino per ogni uomo della felicità di Adamo ed Eva, nel giorno della loro creazione. Mattino di un nuovo mondo, nuovi cieli e nuova terra, sorriso di Dio, di un'umanità riconciliata con lui..."
11 aprile 2010: "...rinascerete alla vita, trasfigurati dal Sole che sorge, conoscerete la gioia perfetta che il mondo non potrà più trasformare in tristezza. Ecco quel giorno di vittoria si avvicina a grandi passi, preparate i vostri cuori a questo Avvento alla fine del quale Maria Regina genererà, nella Gloria, il suo Figlio resuscitato. Il Beneamato vi dirà: - Venite voi che avete penato e sofferto lavorando nella vigna del Signore! Vi invito alla mia tavola, non più tristezza! Faccio nuove tutte le cose. Regno della Pace, della Gioia, dell'Amore, della dolcezza e della tenerezza. Comunione dell''Increato col creato. Il Cielo visita la terra."
21 maggio 2010: "Non c'è tempo per rifiutare i tesori offerti dal vostro Dio, perché è tardi! Nuvole oscure nascondono la luce del sole che sorge. Svegliatevi e aprite le orecchie e il cuore alla chiamata del Re dell'Universo..."
23 maggio 2010: "Ecco che arriva il momento di aprire gli occhi a tutte le meraviglie fatte dal Signore per il Suo popolo... ora tutto rinasce dalle ceneri accumulate dal peccato dell'uomo, il Cielo sta lavorando per restaurare tutte le cose in Cristo."
4 giugno 2010: "Un amore traboccante per voi abita il mio cuore di Padre e più ancora in questo momento apocalittico che prepara il ritorno del mio amato Figlio, in questo mondo impazzito, dove regna la confusione, torre di Babele pronta a crollare, decimata dal peccato in tutte le sue forme e ridotta in polvere dal vento della mia rabbia."
16 luglio 2010: "Non chiudete gli occhi ai segni che vi dona il Pianeta, non chiudete le orecchie ai richiami che vi rivolgo attraverso la parola dei miei profeti… Svegliatevi perché il tempo stringe! Non aspettate che la terra tremi, che tutto crolli attorno a voi per alzare lo sguardo al cielo... Si sta facendo tardi e la notte si avvicina rapidamente. Tenete la lampada accesa e aprite l'orecchio ai miei ripetuti appelli... Tornate a me prima che sia troppo tardi, che il vostro Pianeta crolli, che non vi invadano le acque."
1 agosto 2010: "Il re dei re è alle vostre porte, che si apriranno al suo passaggio. Viene a raccogliere i suoi agnelli e le pecore per condurli al suo ovile… una dolce pace vince in tutti i cuori, la gioia irradia su ogni volto trasfigurato. Ecco la moltitudine immensa di coloro che mi hanno cercato: entra nelle mie dimore e si siede alla mia tavola in una gioia indescrivibile."
24 agosto 2010: "Siete indifferenti alla mia legge, la calpestate. Non vi sorprenda la rivolta della mia creazione, vi grida il mio sdegno attraverso il calore, i venti forti che distruggono tutto sul loro cammino, le piogge incessanti che inondano città e villaggi, che rendono il mondo un enorme cimitero."
12 settembre 2010: "Sto preparando una nuova terra, quella in cui l'Amore regnerà sovrano; l'odio, l'egoismo saranno esclusi. Il sorriso rinascerà, il sole splenderà, gli alberi rifioriranno e daranno frutti deliziosi. Preparate il vostro cuore a questa nuova terra, nata dal cuore di mio Padre..."
26 settembre 2010: "Ecco lo Sposo viene! Avete le vostre lampade accese? Sì, preparate la via del Signore, perché è nell'ora in cui meno pensate che io irrompo in ciascuna della vostra vite in ciascuno dei vostri cuori."
8 ottobre 2010: "Sono alle porte per rendere a ciascuno secondo le sue opere."

18 gennaio 2011: "Sto preparando una nuova terra piena di dolcezza, pazienza e amore."

31 gennaio 2011: "Non lo vedete, non lo sentite, questo amoroso Paraclito che comunica la gioia di Dio? Passa con un profumo di eternità, ricrea ogni uomo e fa di lui un messaggero del tempo nuovo."

27 febbraio 2011: "E 'il passaggio del Signore. Vegliate, pregate con umiltà e massima fiducia, preparatevi al ritorno di Colui che i cuori umani sperano con gioia, Colui che è la Risurrezione e la Vita."

9 marzo 2011: "Chiedo a ciascuno di voi di adorarmi con il cuore, di lodare, pregare giorno e notte, per il mio ritorno nella gloria e di vivere nell'Amore. Allora avrò misericordia e scenderò dal mio trono per rinnovare la faccia della terra."

27 marzo 2011: "I miei veri servi, quelli che hanno la mia umiltà, quelli che si prostrano davanti al mio altare in vero culto, quelli il cui cuore è il mio, preparano la risurrezione dell'umanità. Essi attirano al mio cuore i deboli, i tiepidi, ai quali il mio Spirito Santo conferisce una forza insperata, una fede ardente. Ecco viene, il battesimo di Fuoco, a rinnovare la faccia della terra."

28 marzo 2011: "Ecco io vengo a riconciliare e unire i cuori degli uomini divisi, dando la vista ai ciechi e la parola ai muti.
Svegliatevi, la notte finisce, le prime luci dell'alba non hanno sorpreso le sentinelle. Imitateli e grande allora sarà la vostra gioia quando il Signore ritornerà!"

28 aprile 2011: "Le acque invadono le terre, il suolo trema e inghiotte degli innocenti. Tutti questi cataclismi non  v’interpellano perché il vostro cuore non batte più al ritmo del mio. La mia Legge è sempre viva ma voi l’avete sepolta nel sepolcro dell’oblio e del materialismo. Cos’aspettate per elevare il vostro sguardo verso il cielo ed implorare la mia Misericordia? Una notte profonda invade il pianeta, il cielo s’oscura, nero di nubi di lutto. Non abusate della pazienza  e dell’Amore del vostro Dio! I miei richiami voi non li sentite, per questo le terre sono scosse, i fiumi invadono il suolo, i venti violenti distruggono alberi e raccolti… [26 aprile 2001, un riferimento?] I piccoli aprono i loro cuori alla voce del Buon Pastore, lo seguono fedelmente, costruendo quel Mondo nuovo nel quale Amore  e Verità si abbracceranno. Vegliate e pregate."

30 maggio 2011: "O popolo mio, non senti i miei passi? Popolo mio, non vedi la mia luce splendente? Popolo mio, non sai che io vengo come il fulmine inaspettato che riga il cielo nel cuore della tempesta?"

30 luglio 2011: "Miei amati figli, aprite gli occhi sulle nuvole scure che si alzano all'orizzonte, annuncianti la tempesta che si prepara a scoppiare su questa fetida terra. Aprite le orecchie alle grida di dolore crescente degli uomini perseguitati in mezzo alle vostre orge. Aprite il vostro cuore ai miei ripetuti appelli alla conversione prima che piombi su di voi il fuoco della mia ira.
Avete lasciato la mia via di luce, avete calpestato i poveri e i bisognosi, chiuso il cuore alle mie parole e ai miei avvertimenti, e avete preparato l'abisso in cui rischiate di essere sepolti. Poveri figli, allontanatisi mio viso, si inchinano al vitello d'oro, ai nemici della mia legge, mangiando alla mensa di scandali e orge, lasciandosi portare alla danza del Principe delle Tenebre.
La campana annuncia la morte di questo mondo fetido, che ben presto scomparirà, lasciando il posto a quello dell'Amore e della Misericordia. Ecco le nubi di festa, spinte dal vento dello Spirito, piovono su tutto il mondo l'acqua viva della salvezza, lavano il peccatore e gli ridonano il cuore di un bambino. Le vostre orecchie si apriranno al canto della mia Grazia, che ricrea in voi un nuovo spirito, un cuore nuovo. Il sole che sorge illumina i vostri passi, lasciate l'abito vecchio per indossare l'abito della festa. La tavola è pronta per il banchetto delle nozze dell'Agnello e siete tutti invitati a mangiare questo pane del cielo, a bere al sacro calice, il sangue della redenzione. Tutto è luce, pace e gioia. Io sono colui che esiste."

30 luglio 2011: "Miei amati figli, aprite gli occhi sulle nuvole scure che si alzano all'orizzonte, annuncianti la tempesta che si prepara a scoppiare su questa fetida terra. Aprite le orecchie alle grida di dolore crescente degli uomini perseguitati in mezzo alle vostre orge. Aprite il vostro cuore ai miei ripetuti appelli alla conversione prima che piombi su di voi il fuoco della mia ira.
Avete lasciato la mia via di luce, avete calpestato i poveri e i bisognosi, chiuso il cuore alle mie parole e ai miei avvertimenti, e avete preparato l'abisso in cui rischiate di essere sepolti. Poveri figli, allontanatisi dal mio volto, si inchinano al vitello d'oro, ai nemici della mia legge, mangiando alla mensa di scandali e orge, lasciandosi portare alla danza del Principe delle Tenebre.
La campana annuncia la morte di questo mondo fetido, che ben presto scomparirà, lasciando il posto a quello dell'Amore e della Misericordia. Ecco le nubi di festa, spinte dal vento dello Spirito, piovono su tutto il mondo l'acqua viva della salvezza, lavano il peccatore e gli ridonano il cuore di un bambino. Le vostre orecchie si apriranno al canto della mia Grazia, che ricrea in voi un nuovo spirito, un cuore nuovo. Il sole che sorge illumina i vostri passi, lasciate l'abito vecchio per indossare l'abito della festa. La tavola è pronta per il banchetto delle nozze dell'Agnello e siete tutti invitati a mangiare questo pane del cielo, a bere al sacro calice, il sangue della redenzione. Tutto è luce, pace e gioia. Io sono colui che è."

I messaggi pubblici sono cessati in agosto 2011


Da: "mb-xxxx@libello.com>
Oggetto: Bénédicte Françoise
Data: 28 marzo 2015 13:17:02 CET

Ricevo la notizia che Bénédicte è tornata al Padre, è spirata il giorno del suo compleanno il 27 marzo 2015 a sera, i presenti affermano che la Vergine Maria è venuta in persona a prendersela per mano e condurla al Cielo. Si chiude cosi’ una vita profumata di bene e di bontà, di umile coraggio e grande zelo sempre in una carità a tutta prova. Sono felice per lei che subito si sarà messa al servizio di quanti in terra hanno avuto il bene di conoscerla e di ricevere grandi doni dal Signore, per suo tramite. Sia gloria alla Trinità Beata e pace alla sua bella anima generosa.

Bénédicte: "voce" carismatica da Nizza che profetizzava da molti anni, seguita da alcuni sacerdoti, fra cui René Laurentin. Per una volta in rispettoso contatto coi suoi Vescovi e molto apprezzata e ascoltata anche dal Vescovo di Monaco Monsignor Bérnard Barsi. Era persona modesta, riservatissima, ma dalla testimonianza coraggiosa e dalla vita profumata di virtù e di semplicità in una sobrietà  che edifica. Anche a ottant'anni si spendeva sempre con generosità per tutti secondo le possibilità del suo stato e della sua salute. I messaggi li riceveva solitamente la notte, Gesù la svegliava e le dettava il dovuto, poi le indicava per chi e per cosa.
Fonte (in francese)
Altre informazioni (in francese)